18 Agosto 2006

Dipinto da: Franco Fortunato

Cavallo: Overland

Fantino: Mario Canu detto Clemente

Priore: Massimo Santelli

Vice Priore: Enrico Arezzini

Capitano: Bruno Cornacchia

Vice Capitano: Sergio Albani

Mangino: Mirko Calvani

Barbaresco: Giampiero Giorgeschi

 

Il maestro romano Franco Fortunato, uno degli artisti di punta dell’ Italarte, affronta il Palio pianese nell’agosto del 2006, l’anno seguente alla sua grande mostra nella Rocca Aldobrandesca Su Moby Dick, la storia della “balena bianca” di Melville.

Forte delle sua pittura “surrealista visionaria” Fortunato esegue uno dei Drappelloni più belli fra quelli che adornano i quattro Musei di Contrada della cittadina dell’Amiata. Se lo aggiudicherà la Contrada di Borgo dopo una corsa entusiasmante.

Il maestro romano eseguirà una visione storica della antica Piancastagnaio, sospesa dal suolo contro un fondale di cielo di color azzurro alchemico con al centro la Madonna di San Pietro con Bambino.

In basso scuri cavalli con fantini quasi sospesi in galoppo attorno le mura storiche della città. Un Palio unico e nuovo che del maestro romano attesta le grandi doti creative che ne fanno uno degli artisti italiani più celebri della corrente surrealista visionaria.